top of page

Parco Pubblico

EX PIERINA,
CREMA CR

2023 - In costruzione

Il progetto per la RIQUALIFICAZIONE COMPLESSIVA E FUNZIONALE DELL'AMBITO URBANO “EX-PIERINA”, è un intervento volto al recupero di un'area a destinazione ricreativa e ricettiva di superficie pari a 127.000 m2, la cui attività fu fortemente legata alle vicissitudini della fabbrica Olivetti dal 1970 fino al 1992 quando, in concomitanza con la chiusura della fabbrica, cadde in uno stallo che si è protratto fino ai nostri giorni.

 

Il progetto prevede la riqualificazione complessiva e funzionale dello spazio verde dell’area, come parco urbano in cui connettere e far coesistere funzioni sociali, ricreative ed ambientali.

 

Abbiamo attuato una strategia progettuale capace di soddisfare contemporaneamente più scale di intervento: da una parte quella macro urbanistica – strategico - territoriale basata sulle connessioni con la città e tra le città (inside-out), dall'altra la scala micro urbanistica - locale legata alla fruibilità dell'area in funzione della propria vocazione ricettiva, da potenziare in offerta pluritematica capace di attrarre utenti con l'ambizione di ri-attivare un grande spazio pubblico che i cittadini cremaschi possano vivere e condividere tutto il giorno, tutti i giorni per ogni mese durante tutto l'anno.

 

L'ubicazione, la morfologia e la segregazione fisica dell'ambito rispetto alla città ed al tessuto sociale suggerisce la similitudine con un'isola alla deriva nella trama urbana che contiene già il necessario (una cascina dismessa, uno Skatepark, l'invaso di un ex laghetto artificiale, una via alberata interna) per rendersi attrattivo nei confronti di ciò che sta fuori.

La connessione con la città è affidata alle piste ciclabili che tagliano il parco come binari: nuove infrastrutture di paesaggio animate da attività che occupano spazi flessibili ma definiti, collegati tra di loro da circuiti tematici.

 

I circuiti tematici generano l'offerta programmatica in grado di ri-attivare un grande spazio pubblico che i cittadini cremaschi possano vivere e condividere tutti i giorni.

Il parco sarà attraversato da chi usufruisce della bicicletta per gli spostamenti quotidiani, modalità molto diffusa nel territorio ed il parco offrirà loro la possibilità di percorrere il circuito bioculturale, immergendosi nel giardino pubblico come esploratori seguendo un tragitto sinuoso, con leggeri cambi di quota e di velocità di percorrenza attorno agli alberi che diventano landmark dove stazionare per riposare ed apprezzare viste e scorci dalla particolare valenza etnobotanica, allenarsi e giocare nei campi polivalenti, nelle aree attrezzate o sui percorsi del corridoio tematico ludico-sportivo che connette i poli artigianali/direzionali a nord e a sud, assistere a piccole rappresentazione all'aperto nella piazza d'ingresso, partecipare a grandi eventi nell'area attrezzata di circa 16.000 mq, vedere una partita di calcio nel campo regolamentare sul limite sud.

 

E' prevista la realizzazione del primo stralcio, attuabile con l'impiego dei fondi ottenuti dall'Unione Europea tramite lo strumento finanziario NextGeneration UE, nel contesto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – PNRR.

 

Gli interventi riguardano la riqualificazione dello spazio verde rubano destinato a giardino pubblico, l’implementazione dell’impianto arboreo, la realizzazione di percorsi ciclo pedonali, l'implementazione delle dotazioni sportive e ludiche, l’illuminazione pubblica, la realizzazione di aree di sosta attrezzate, favorire il futuro recupero della Cascina “Pierina” animando l'interesse verso un programma di funzioni insediabili privilegiando quelle di interesse pubblico e generale.

bottom of page